skip to Main Content

Credito d’imposta fino al 45% sugli investimenti produttivi 

A partire dal 1° gennaio del 2024 al 15 novembre 2024 nella nuova ZES Unica.

E’ stato rinnovato il Credito d’imposta del mezzogiorno per l’anno 2024 con diverse modifiche. Il settore dell’autotrasporto è incluso solo se l’azienda ha un codice Ateco secondario in visura (no cod. 49.41), nel qual caso di fa una verifica di fattibilità 

Possibilità di accedere a un credito d’imposta fino al 45% sugli investimenti produttivi a partire dal 1° gennaio del 2024 al 15 novembre 2024 nella nuova ZES Unica.

GLI INVESTIMENTI

  • Acquisto o leasing di attrezzature: Gli investimenti possono essere destinati all’acquisto o al leasing di nuovi macchinari, impianti e attrezzature. Questi devono essere orientati alle strutture produttive già esistenti o da impiantare all’interno del territorio della ZES.
  • Investimenti immobiliari: È possibile investire in terreni e nell’acquisto, realizzazione o ampliamento di immobili che sono strumentali agli investimenti. È importante notare che il valore di terreni e immobili è ammissibile fino al 50% dell’investimento agevolato.

LE CONDIZIONI

  • il valore dei terreni e degli immobili non può superare il 50% del valore complessivo dell’investimento agevolato;
  • non sono agevolabili i progetti di investimento di importo inferiore a 200.000 euro.
  • SOGGETTI ESCLUSI – L’agevolazione non si applica ai soggetti che operano nei settori dell’industria siderurgica, carbonifera e della lignite, dei trasporti e delle relative infrastrutture, della produzione, dello stoccaggio, della trasmissione e della distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche, della banda larga nonché ai settori creditizio, finanziario e assicurativo. L’agevolazione, altresì, non si applica alle imprese che si trovano in stato di liquidazione o di scioglimento ed alle imprese in difficoltà
 
×